Tommy’s Porter

La Tommy’s Porter è una rivisitazione di quello stile il cui nome è dovuto, a detta di Ray Daniels, ai facchini o porters del porto di Londra, che adottarono e fecero diventare la Porter birra ufficiale della categoria.

La Tommy’s Porter rappresenta la felice unione di tradizione e modernità, grazie alla compresenza del malto “Brown”, componente peculiare della produzione di Porter nel 1700, e, sebbene in percentuali minori, “Crystal” e “Chocolate”: un matrimonio che infonde alla birra delicati aromi di caffè tostato, cioccolato al latte, caramello e nocciola. I luppoli inglesi regalano poi al bevitore che ami i sapori equilibrati un finale secco che ricorda la liquirizia. Nel bicchiere si presenta di color ebano scuro con riflessi ambrati e una schiuma color nocciola compatta e cremosa, mentre in bocca colpisce per il corpo esile e di facile beva, non privo, però, di curve e piacevoli rotondità.

La Tommy’s Porter è dedicata al figlio di uno dei soci di di Fiorenero Lab.

Scheda tecnica

Stile: Brown Porter | colore: 28 EBC | gradazione alcolica: 5% | amaro: 30 IBU | ingredienti: malti “Pale Ale”, “Brown”, “Chocolate” e “Caramunich”, luppolo “Fuggle” e lievito di ceppo inglese | temperatura di servizio: 8-10 gradi | bicchiere: Nonic