American Bianchina

American Bianchina nasce dall’idea di produrre una birra per il periodo estivo, dissentante e di facile beva al pari delle Hefeweizen e delle Blanche ma senza i sentori di banana, buccia di arancia, chiodo di garofano e coriandolo impartiti a quelle birre da lievito e spezie.

La scelta si è indirizzata, quindi, sulla American Wheat, dove luppolo e lievito sono, a parità di miscela dei malti – 50% malto di orzo, 50% malto di frumento –, del tutto diversi da quelli delle birre già citate, così da non far rilevare fenoli speziati ed esteri fruttati ma, e soprattutto, i sentori florali e agrumati derivanti dalle varietà di luppolo utilizzate.

Alla luce della semplicità del grist dei malti, si è deciso di utilizzare un solo luppolo, il Citra, sia in bollitura sia in dry hopping. Il Citra è una varietà di luppolo americana, estremamente aromatica e caratterizzata da un alto livello di alfa acidi, che conferisce alla birra delicati sentori agrumati e di frutti tropicali. E così è nata… American Bianchina.

Il nome riprende e trasforma il termine d’oltralpe “blanche” in un vezzeggiativo che celebra la madre di uno dei soci di Fiorenero Lab: se avrete modo di parlare con lui, chiedetegli il motivo e la storia di quel nome!

Scheda tecnica

Stile: American Wheat | colore: 2,9 EBC | gradazione alcolica: 5,2% | amaro: 23 IBU | ingredienti: malto “Pilsner”, malto di frumento, luppolo “Citra” e lievito “Fermentis US-05” | temperatura di servizio: 8-10 gradi | bicchiere: American Wheat Beer.

American Bianchina è una birra dal colore giallo paglierino opalescente, ha schiuma compatta, abbondante, cremosa e molto persistente. Il profilo olfattivo è ricco di sentori agrumati e note di futta tropicale come mango, ananas, papaya abbinato con un corpo molto beverino, leggero e rotondo allo stesso tempo: al palato offre una gradevole corrispondenza gusto-olfattiva e dimostra potere dissetante e grande bevibilità.